Azione B2M

DSCF1130

L’azione B2M prevede la creazione di un sistema di finissaggio delle portate a valle dell’impianto di depurazione delle acque reflue a Baggero di Merone con tecniche di depurazione naturale. L’idea iniziale era quella di trattare l’effluente depurato attraverso sistemi a flusso sommerso o a flusso libero e consentire un ulteriore abbattimento dei carichi ordinariamente riversati nell’ambiente dall’impianto. Successivamente lo staff dell’impianto di depurazione ha avanzato alcune osservazioni sull’efficienza di rimozione di portate già depurate e sulla maggiore urgenza di provvedere invece a trattare quantomeno una parte delle acque scaricate in testa impianto dallo sfioratore a monte di tutti i trattamenti. Queste acque di pioggia vengono infatti riversate senza alcun trattamento, in tempo di pioggia e nei giorni successivi, direttamente nel fiume Lambro e possono causare in certe condizioni (temporali estivi, forti magre del Lambro) scompensi o danni ambientali anche molto gravi, come le morie estive di pesci frequentemente verificatesi.

Già in fase di progettazione preliminare è stato pertanto deciso di puntare principalmente sul trattamento di queste acque di pioggia, ideando un sistema dotato di una vasca di equalizzazione che doveva fungere da sedimentatore primario seguito da un sistema di trattamento a scorrimento libero superficiale. Gli elaborati del progetto preliminare sono riportati di seguito.

Elaborati del progetto preliminareTAV 3Rid

Il 4 Marzo 2014 è stato aperto il bando per assegnare la progettazione definitiva degli interventi. Alla procedura hanno partecipato 3 concorrenti tra i quali è prevalso il RTP costituito da IRIDRA srl (capogruppo), Studio Majone Ingegneri Associati, Bios Is srl, Dr. Geol. Frati Stefano. Questa ha offerto un ribasso del 30% sul prezzo posto a base di gara con risultanza del servizio aggiudicato in € 35.000,00 oltre oneri previdenziali e fiscali e il ribasso sul tempo per la prestazione del servizio del 20,0% con la risultanza di giorni 48.

Il gruppo di progettazione ha ritenuto di proporre una soluzione già sperimentata in altre occasioni, costituita da un sistema di pompaggio, i pretrattamenti, un sistema a flusso sommerso verticale quindi una fase di finissaggio a flusso libero. A questo sistema, consolidato per rendimento e longevità, è stata aggiunta la possibilità di insufflare aria per aumentare i rendimenti depurativi, assoluta novità nel settore. Altra novità è costituita proprio dal trattamento delle acque di sfioro in arrivo in testa al depuratore.

La consegna del progetto definitivo è avvenuta nel mese di Ottobre 2014. Gli elaborati sono riportati di seguito.

Merone 1Elaborati del progetto definitivo

Il 18 Dicembre 2014  si è tenuta la conferenza dei servizi per l’ottenimento delle autorizzazioni di competenza con conclusione positiva del procedimento.

Il progetto esecutivo è stato affidato il 29 Gennaio 2015, consegnato l’11 Marzo 2015 e validato il 9 Giugno 2015. Gli elaborati sono disponibili al seguente link: http://www.parcovallelambro.it/progetto-esecutivo-affinamento-depurativo-valle-del-depuratore-comune-di-merone-co

La gara d’appalto è stata aperta nel Luglio 2015 e chiusa a Settembre dello stesso anno. Nel Gennaio 2016 i lavori sono stati aggiudicati all’impresa Di Piazza Vante s.r.l. di Comeglians (UD) che ha firmato il contratto il 16/03/2016. Nel Luglio 2016 è stata esperita la procedura per la scelta del Direttore dei Lavori e Coordinatore per la Sicurezza in fase di Esecuzione, che alla fine è stata vinta da Aequa Engineering s.r.l. di Mira (VE).

I lavori sono stati consegnati in forma parziale il 10/03/2016 per la sola operazione di taglio ed esbosco delle piante; la consegna definitiva è avvenuta il 13/10/2016. Nel mese di giugno 2016 è stata autorizzata una prima variante in corso d’opera riguardante alcuni lavori per il consolidamento del fondo per l’accesso dei mezzi alle aree di cantiere e l’incremento delle opere provvisionali di scavo. Nel Febbraio 2017 è stata richiesta una seconda variante per riformulare il posizionamento e la tipologia di impianto di grigliatura e l’installazione di alcune opere civili.

Di seguito sono riportate alcune immagini relative ai momenti salienti del cantiere.

Marzo – novembre 2016: abbattimenti e picchettamenti

Novembre 2016 – gennaio 2017: scavi

Marzo 2017: Impermeabilizzazione delle vasche a flusso sommerso

Aprile 2017: Completamento zona a flusso libero

Maggio – settembre 2017: opere civili

Ottobre – novembre 2017: completamento vasche a flusso sommerso

Agosto – dicembre 2017: posa sistema di insufflazione dell’aria

Dicembre 2017 – Febbraio 2018: installazione pompe vasche di sollevamento, paratoia e pretrattamenti

Marzo 2018: nevicata

Marzo 2018: Installazione componenti elettriche cabina MT-BT

Novembre 2018: ultimazione parti civili

Dicembre 2018: prova del sistema di aerazione

Marzo 2019: inaugurazione dell’impianto

2 maggio 2019: controllo attecchimento piante

I commenti sono chiusi.