Partecipazione

In tema di gestione delle acque la partecipazione è prevista e incentivata a livello comunitario dalla direttiva 2000/60/CE (art.14). A livello nazionale l’art. 14 della direttiva è stato recepito dal decreto legislativo 152/06 e s.m.i rispettivamente per i Piani di Gestione dei Distretti Idrografici e per i Piani di Tutela e Uso delle Acque.

Cogliendo l’opportunità offerta dal Contratto di Fiume Lambro ed il suo spirito di percorso condiviso, a partire dal mese di Aprile del 2013 il Parco Regionale della Valle del Lambro ha organizzato serate di discussione su proposte di intervento per il risanamento del fiume Lambro coinvolgendo Enti, Associazioni e cittadini. Nella prima parte della serata venivano presentati alcuni spunti d’azione e nella seconda parte si svolgeva un dibattito dal quale elaborare migliorie sulle proposte avanzate o soluzioni alternative. L’ordine del giorno e il materiale in discussione sono stati inviati attraverso una mailing list a tutti gli invitati e caricati su una cartella condivisa dropbox®, nella quale venivano successivamente condivise anche le bozze dei verbali, che potevano pertanto essere integrate dai partecipanti iscritti, ed i contributi pervenuti da questi ultimi.

Inizialmente gli incontri sono stati organizzati presso la sede del Parco Regionale della Valle del Lambro a Triuggio; successivamente, per coinvolgere maggiormente i cittadini e gli Enti interessati, si sono svolti in maniera itinerante nei sottobacini idrografici interessati dagli interventi in discussione. Tutti gli incontri sono stati moderati dal dott. Lino Longobardi, esperto in comunicazione e processi partecipati.

Le attività volte alla ricerca degli attori territoriali ed alla creazione e sviluppo di un modello decisionale partecipato corrispondono alle azioni A1 e B1 del progetto LIFE+ “Lambrovivo”.

Qui di seguito è possibile scaricare i materiali prodotti sino ad oggi durante tutte le serate (presentazioni e verbali degli incontri).

I commenti sono chiusi